domenica 1 agosto 2010

Giorno 1


Quale giorno migliore di quello in cui sei invitata a pranzo dal papà del tuo fidanzato per imbarcarti in un'assurdità di proporzioni cosmiche come questa?
Fa caldo molto-caldo quindi abbiamo scelto ricette facili e che prevedano un minimo utilizzo dei fornelli: antipasto e dolce.

Scegliamo la 119, Salsa Verde, e già che Artusi dice che ci sta bene con le uova sode, zak che depenniamo pure la 139 !
L'idea è mangiare le salsine con i fajitas avanzati della cena mexican del giorno prima, quindi G. ha tagliuzzato le uova "a mimosa" e le abbiamo mescolate alla salsina verde artusina. Il risultato è stato un po' sciapetto, probabilmente essendo le uova elemento neutro non era una cattiva idea aumentare il numero di capperi e acciughe della salsina.
Seconda salsina facile facile: 113 crostini diversi. Ci siamo cimentati nella versione acciughe-burro-prezzemolo, dato che il supermercato vicino casa non aveva il caviale (ehm, uova di qualsiasi tipo di pesce poco costose), erano già le undici ed avevamo in programma di far solidificare un gelato al limone (754).
E' sconfortante constatare quanto zucchero tocca versare nell'intruglio per il gelato, ci siamo guardati a lungo nostalgici, come per fissare un'istantanea di "quando eravamo magri e belli, prima delle 16 ricette di gelato che ci aspettano. Ovviamente due ore non erano abbastanza per farlo soldificare nel nostro piccolo freezer strapieno, quindi essendo pieni di limoni abbiamo ripiegato sulla 726, Siroppo di cedro (ma negli ingredienti sta scritto limone).
Dolori per estrarre la polpa del limone soprattutto per il povero mio fidanzatino che il giorno prima l'aveva passato a montare un cartonato di un film estivo tagliuzzandosi inesorabilmente le mani. Questo secondo intruglio avendo ancora più zucchero del precedente si è solidificato in men che non si dica nel frigo.
E dunque all'una, armati di ciotoline di salsa e barattolone di siroppo siamo montati in vespa tra le mie preghiere di non-rovesciamento e arrivati dal futurosuocero senza tragedie.
M. ha pensato che quest'intervento era dovuto ai gamberoni gommosi che c'eravamo mangiati il giorno prima, ho spiegato dell'Artusi, ma neanche lui come i miei non ha capito l'impresa biblica in cui ci siamo ficcati.
La salsina alle acciughe ha avuto successo, era effettivamente buonissima ma ancora non riesco a mangiarmi con leggerezza quantitativi così elevati di burro senza sentire quel misto di colpa e senso del proibito. Non c'è niente da fare, quel maledetto fa DAVVERO la differenza. L'altra era effettivamente un po' sciapetta. Il SIROPPO era una roba pazzesca invece, tre cucchiaiate in un bicchiere più acqua gasata e non potevamo crederci di averlo creato noi. Le buccette poi sapevano di candito.

NB: il gelato non si è ancora solidificato, gli ho incorporato un po' di mascarpone per renderlo più cremoso e meno granitoso, anche perchè ancora non ho capito cosa intende l'artusi quando dice "mettetelo nella sorbettiera". Sta sorbettiera fa il lavoro del bubez che mescola il gelato o comunque è previsto che lo facciamo noi?

GIORNO 1: 5 ricette quindi - 785

4 commenti:

  1. cavoli che belle foto e che descrizioni fichissime :D vi seguirò!

    RispondiElimina
  2. che voglia... sicuri di farcela?
    Anna

    RispondiElimina
  3. Nuvoledicarta20034 agosto 2010 18:28

    Oh...ottimo inizio, i primi chiletti già li avete messi su :P

    RispondiElimina